La Pizza 100% Farina Buratto M.Marino

Senza categoria

Mia Immagine

Sono anni che tesso le lodi di questo Mulino con tutti, farine biologiche, prive di additivi e macinate a pietra, seguendo le caratteristiche dei singoli cereali e con un attenzione in più per l’integrale e alla setacciatura per non alterarne i principi nutritivi.
L’ attività artigiana permette al Mulino Marino di scegliere il meglio e trasformarlo al meglio, grazie all’esperienza acquisita sia nella periodica martellatura delle pietre, sia nel seguire costantemente tutte le fasi della trasformazione.
La macinazione per mezzo delle pietre consente di avere la presenza del germe nella farina e di ottenerla in un unico passaggio senza scaldarla, questo procedimento fa sì che la farina sia più nutriente, più digeribile e più profumata.

La farina Buratto si chiama così perchè “abburattata” cioè setacciata, la più bianca che si riesce a fare con le pietre naturali. E’ una farina di tipo 2 dove rimane una leggerissima parte di fibra e il germe del chicco. E’ adatta per ogni cosa e ti stupirà del suo gusto e del suo profumo.

Mia Immagine

 

 

Ingredienti

Per il poolish

200gr di farina buratto M.Marino

200gr di acqua

3 gr di lievito di birra

Per l’impasto

800gr di farina buratto M.Marino

1 cucchiaino di malto

700gr di acqua

20gr di sale

In una ciotola capiete versa tutti gli ingredienti per il poolish e impastali con un cucchiaio di legno, poi copri con una pellicola trasparente e lascia lievitare fino a quando comincerà a sgonfiarsi nel centro. Il poolish è un metodo di pre impasto, le proporzioni tra acqua e farina sono sempre 50% -50% il tempo di lievitazione cambia a seconda della dose di lievito e dalla temperatura.

Una volta pronto unisci il resto della farina, il malto e comincia ad impastare, sempre con il cucchiaio di legno, aggiungendo i 700gr di acqua, negli ultimi 100gr sciogli il sale e continua ad unirli all’impasto, non avere fretta, è una farina che fa fatica ad assorbire l’acqua perchè poco raffinata, quindi versala poco alla volta, terminato di impastare copri e lascia riposare 30 minuti.

Versa l’impasto su un piano infarinato e comincia a piegarlo su se stesso, per dargli forza, dare forza significa incordarlo, cioè renderlo elastico. Poi ungi la ciotola e adagia dentro l’impasto, copri e mettilo in frigo per una notte.

L’indomani metti l’impasto a temperatura ambiente e lascialo lievitare per almeno 5/6 ore prima di stenderlo in teglia, lascia che anche in teglia riposi un oretta, poi condisci la tua pizza come più ti piace e inforna alla temperatura più alta possibile con modalità ventilato per circa 25 minuti.

Mia Immagine