Colite: corpo e mente che comunicano

Senza categoria

Mia Immagine

Sempre di più si sente parlare di colite ansiosa definita anche sindrome del colon irritabile. In genere questa sindrome è la più benigna delle malattie a carico dell’intestino, e non si ripercuote negativamente sulla salute generale come ad esempio il morbo di Chron o la colite ulcerosa.

La colite ansiosa si distingue dalle altre malattie infiammatorie che colpiscono l’ultimo tratto dell’intestino perché all’origine non vi sono cause organiche. Le cause che provocano questa malattia non sono ancora del tutto chiare, anche se i risultati di numerose ricerche scientifiche dimostrano come la natura sia di tipo psicosomatico.

Mia Immagine

Sintomi Colite

I sintomi della colite sono diversi da soggetto a soggetto. Principalmente si riscontrano sensazione di fastidio e di appesantimento, meteorismo, gonfiore, flatulenza, tensione, spesso associati a nausea,  cefalea, ansia,  stanchezza, umore depresso e difficoltà di concentrazione.

Non essendoci una causa organica, non esiste nemmeno una cura specifica per risolvere il problema.

Quello che si può fare è andare ad agire sulle cause che provocano quei fastidi fisici ossia il ripetersi nel tempo di condizioni di stress e ansia, emozioni negative nella vita del paziente, che a lungo andare hanno effetti sul corpo.

Gli studi

Alcuni studi hanno messo in evidenza come le persone con malattia intestinale infiammatoria, come la malattia di Crohn o la colite ulcerosa, hanno un rischio maggiore di soffrire di un disturbo d’ansia, in particolare le donne.

“I pazienti affetti da IBD affrontano notevoli problemi fisici cronici associati alla malattia”, ha dichiarato l’autore principale Esme Fuller-Thomson, professore dell’Università di Toronto, in un comunicato stampa universitario. “L’onere addizionale dei disturbi d’ansia rende la vita molto più impegnativa e questo ” doppio rischio “deve essere affrontato”.

Gli autori dello studio hanno esaminato 269 adulti canadesi che erano stati diagnosticati con una malattia infiammatoria intestinale. I ricercatori hanno scoperto che questi pazienti avevano avuto con una più alta probabilità, quasi il doppio, un disturbo d’ansia generalizzato ad un certo punto della loro vita rispetto agli adulti senza Crohn o colite.

E per le donne, il rischio era quattro volte superiore a quello degli uomini.

Inoltre, le persone con malattia intestinale infiammatoria e una storia di abuso sessuale in età infantile avevano un rischio di sei volte maggiore di un disturbo d’ansia. E quelli con Crohn o colite che hanno riportato di avere dolore cronico moderato o grave hanno raddoppiato la probabilità di avere un disturbo d’ansia come quelli con dolore lieve.

C’è da sottolineare che anche se questo studio ha trovato un’associazione tra le persone con una malattia infiammatoria intestinale e la probabilità di un disturbo d’ansia, esso non vuole dimostrare una relazione causa-effetto tra queste condizioni. I risultati sono stati pubblicati online recentemente nella rivista Inflammatory Bowel Diseases.

Il professor Joanne Sulman, dell’Università di Toronto, ha detto nel comunicato stampa: “Lo studio richiama l’attenzione sulla necessità di screening di routine e interventi mirati per i disturbi d’ansia, in particolare tra i pazienti più vulnerabili con IBD: donne, individui che soffrono di dolori cronici e quelli che hanno una storia di abuso sessuale in infanzia” .
Lo studio evidenzia anche il legame tra salute fisica e mentale, secondo Patrick McGowan, professore ordinario di scienze biologiche dell’Università di Toronto.
Da ciò si può dedurre che a volte pensiamo a due come se fossero entità completamente separate, ma la realtà è che sono intimamente legate. Entrambe implicano cambiamenti fisici genuini nel corpo e influenzano l’altro.

Cosa fare?

Cura Colite Ansiosa

La cura della colite non necessita di farmaci. Oltre a seguire una corretta alimentazione, proprio perché si tratta di disturbi che coinvolgono la mente è necessario intraprendere un percorso di psicoterapia che offre  strumenti e strategie per gestire ansia e stress.

FONTE: http://www.webmd.com

 

IscrivitiallaNews!

L’articolo Colite: corpo e mente che comunicano proviene da ISTITUTO WATSON – Psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale.

Mia Immagine