Vacanze in bicicletta con la famiglia: percorsi, accessori e mezzi più adatti

Senza categoria

Mia Immagine

Se da un lato il mercato delle auto nel nostro Paese è in crisi, dall’altro si vendono sempre più bici. Gli italiani amano “la due ruote” e, sempre più spesso, scelgono di fare vacanze in bicicletta.
Si tratta di una soluzione particolarmente adatta per le famiglie con bambini, sia che si scelga il mare, la montagna o anche il lago. La bicicletta, infatti, è adatta a tutti, anche a chi si stanca più facilmente o ha difficoltà a camminare, grazie alle tante possibilità che arrivano dai trasportini per bambini o dalle bici a pedalata assistita che aiutano a superare ogni possibile dislivello.
Senza dimenticare i benefici della bicicletta in termini di salute, per l’uomo e per l’ambiente. Pedalare è un ottimo allenamento a impatto zero, anche particolarmente economico.

Non ci sono scuse, quindi, per non sperimentare al più presto il cicloturismo, a patto di prendere qualche semplice precauzione. Per partire tranquilli occorre organizzare bene tutto, scegliendo gli itinerari più adatti e conoscendo le regole per la sicurezza, l’attrezzatura e le diverse possibilità di trasporto dei bambini.

Mia Immagine

Siete pronti a scoprire come organizzare le vostre vacanze in bici con la famiglia?

Vacanze in bicicletta: qual è il percorso più adatto?

Bici famiglia

Sono sempre più numerose le compagnie che organizzano viaggi in bici con percorsi per tutta la famiglia sia all’estero che in Italia. Solitamente si tratta di ciclopedonali o percorsi privi di difficoltà su strade secondarie.

Gli itinerari più classici per le vacanze in bici con la famiglia sono i giri dei laghi, come il lago di Costanza, o lungo i fiumi, come nella famosissima ciclabile del Danubio, una vera e propria autostrada per biciclette dove i vostri bambini potranno divertirsi in tutta sicurezza.
La rete di
ciclovie delle Fiandre è famosissima e viene considerata il paradiso dei cicloturisti. Le famiglie ne apprezzano la bellezza dei luoghi, da Bruges a Gent, la bontà del cibo e la facilità con cui è possibile organizzare un’indimenticabile vacanza in bici, grazie alla fitta rete di percorsi ciclabili, ben segnalati e adatti a tutti, che attraversa la Regione.

La vicina Francia offre percorsi adatti a tutta la famiglia nella Loira, dove è possibile immergersi in un territorio fiabesco popolato da castelli e storie di antiche regine.

E l’Italia? Anche da noi le soluzioni per famiglie non mancano. Se dovessimo consigliarvi una Regione su tutte, penseremmo certamente ai percorsi ciclabili del Trentino-Alto Adige. Potete provare una facile pedalata adatta a tutta la famiglia nelle Dolomiti del Brenta, lungo tutta la zona vicino alle Terme di Comano, grazie anche alla comodità del servizio BiciBus Dolomiti-Garda, che combina bici e bus per permettervi di raggiungere, in modo comodo, sicuro ed economico, le Dolomiti del Brenta e il Garda Trentino.

Sicurezza in bici

Per viaggiare tranquilli, soprattutto all’estero, è bene seguire alcune regole per proteggere la nostra salute. In particolare, prima di partire con la famiglia, bisogna assicurarsi che i bambini viaggino sicuri.
Oltre al
casco, che non deve mai mancare, vediamo insieme quali sono gli aspetti da valutare per viaggiare in bici con i bambini.

La scelta della bici

Scegliere bici bambino

Se i bambini sono sufficientemente grandi e autonomi per andare da soli, dovrete scegliere la bicicletta più adatta a loro. Per prima cosa bisogna controllare che il mezzo sia conforme agli standard di qualità dell’Unione Europea. Come riconoscerlo? Se la bici è a norma troverete un codice impresso sul telaio, contenente un numero progressivo, il nome del fabbricante o del suo rappresentante, la sigla alfa-numerica EN, e il numero della normativa.

A questo punto non vi rimane che acquistare il casco e scegliere la misura di bicicletta giusta, in base all’età dei vostri bambini. Il sito della Regione Emilia Romagna fornisce questi riferimenti per orientarsi nell’acquisto di una bici per bimbo:

  • per bambini di 2-3 anni con altezza da 80 a 100 cm si consiglia la misura 12”

  • per i bambini di 4-5 anni con altezza da 95 a 115 cm si consiglia la misura 16”

  • per i bambini da 6 a 8 anni con altezza da 115 a 130 cm si consiglia la misura 20”

  • per i bambini da 8-11 anni con altezza da 130 a 145 cm si consiglia la misura 24”

  • oltre i 145 cm di altezza si consiglia una bici da adulto 26”, taglia small.

Per i bambini più piccoli, soprattutto in vacanza, è troppo presto per pensare a una bici propria. In questo caso è utile sapere come trasportarli nel modo più sicuro. Vediamo quali sono le alternative.

Seggiolino, carrello o appendice?

Per i piccolissimi, fino a 18 mesi, può essere molto utile il marsupio, che permette di tenere il bambino stretto al petto della mamma o del papà, lasciandovi pedalare in tutta sicurezza e senza togliere gli occhi dalla strada. Il consiglio è di evitare il marsupio sulle bici da uomo, con canna orizzontale, che renderebbe scomodo il viaggio per voi e per vostro figlio.

Seggiolino

Seggiolino bici

Tuttavia, dai 10 mesi fino ai 5 anni, il tipo di trasporto per bambini più utilizzato rimane il seggiolino. É utile ricordarsi che:

  • per trasportare i bimbi in bici è bene aspettare che sappiano stare seduti da soli

  • è possibile trasportare un solo bimbo per volta, fino a 8 anni d’età

  • occorre provvedere al casco, sia per i bambini, sia per gli adulti.

Per le vostre vacanze in bici preferite i seggiolini anteriori, apprezzati anche dai bimbi, che in questo modo si godranno il giro potendo gustare pienamente il paesaggio davanti ai loro occhi.

Quando il bimbo inizierà a crescere il seggiolino anteriore risulterà scomodo e anche pericoloso per la possibilità che i piedi del bambino si incastrino nella ruota davanti. Meglio optare per un seggiolino posteriore, che può portare fino a 25 kg di peso. Questa tipologia, solitamente, ha l’attacco sul portapacchi o sul tubo del telaio.

Come nel caso delle biciclette per bambini, anche nella scelta dei seggiolini la sicurezza è fondamentale. Devono soddisfare i requisiti contenuti nella norma UNI EN 14344:2005, che vi sintetizziamo:

  • tutte le estremità, gli angoli o le sporgenze devono essere rivestite in plastica o altro materiale che protegga il bambino, evitando ferite

  • la capacità di trasporto dei seggiolini montati posteriori è di 9 – 22 Kg

  • la capacità di trasporto dei seggiolini montati davanti, tra manubrio e sella, varia dai 9 ai 15 Kg.

Per non sbagliare cercate la marcatura, che deve contenere il numero della norma EN 14344 e le informazioni relative a peso del bambino, fabbricante e data di fabbricazione

Carrello

I genitori amanti delle vacanze in bici possono optare anche per il carrellino, adatto per trasportare bimbi di circa 3 o 4 anni.

Si tratta di un rimorchio a due ruote, utile in caso di viaggi lunghi. Questa sorta di “tenda portatile” è dotata di zanzariera, per far passare l’aria proteggendo i bambini dagli insetti, e di scomparti per riporre accessori che potrebbero servirvi lungo il viaggio. Nonostante il carrellino sia ancora poco diffuso in Italia, si tratta di un trasporto sicuro. É munito di cinture di sicurezza e di un sistema di aggancio ben fissato alla bici. L’unica raccomandazione è quella di valutare che le piste ciclabili e i percorsi siano sufficientemente ampi. Il carrellino, infatti, può risultare un po’ ingombrante e scomodo.

Appendici

Se viaggiate in bici con bambini già grandi e non vi piace l’idea di un carrellino che vi segue, avete un’altra opportunità di trasporto: le appendici. Come suggerisce il nome, si tratta di un vero e proprio prolungamento della vostra bici, con solo la ruota posteriore e i pedali, in modo che i vostri figli sfruttino la vacanza in bici con la famiglia per iniziare a prendere confidenza con questo mezzo. L’appendice è particolarmente sicura in quanto il bambino è sempre ancorato al genitore e non può frenare; allo stesso tempo aiuta mamma e papà che potranno fare un po’ di fatica in meno. Il consiglio, in questo caso, è di dotare l’appendice di un fermapiedi.

Attrezzatura per tutta la famiglia

Borsa posteriore bici

Prima di affrontare la vostra vacanza in bicicletta vi consigliamo di fare un inventario dell’attrezzatura, che potrebbe rivelarsi una preziosa alleata in termini di comodità e soluzione degli imprevisti.

Noi consigliamo:

  • borsa laterale posteriore

  • borsa da manubrio

  • contachilometri

  • lucchetto

  • kit di riparazione

  • borraccia

  • porta-borraccia.

A ognuno il suo stile: mountain bike o bici elettrica?

La bicicletta negli ultimi anni è diventata un vero e proprio status symbol: dal manager milanese agli amanti del cicloturismo, questo mezzo conquista davvero tutti. Ciò è possibile grazie all’innovazione e all’ampia gamma di soluzioni che permettono a tutti di superare anche i percorsi più impegnativi, o di recarsi in ufficio rimanendo impeccabili!
Le biciclette a pedalata assistita, o
ebike, danno la possibilità di scegliere un mezzo di locomozione ecologico e veloce, con poca fatica e senza rinunciare a un percorso mozzafiato per colpa di una salita. Questo è davvero molto utile in vacanza perché dà la possibilità anche ai meno sportivi e avventurosi della famiglia di partecipare, godendosi ogni momento.

Pista ciclabile Dolomiti

I prezzi di queste moderne biciclette non sono sempre accessibili, tuttavia esistono oggi diverse soluzioni, come il bike sharing o il noleggio per il periodo estivo, servizio offerto, ad esempio, in Trentino. Particolarmente adatte per chi si appresta ad affrontare una vacanza in famiglia sono i noleggi di biciclette che comprendono anche l’assicurazione, seppur spesso limitata nella copertura, o viceversa, le polizze che offrono importanti sconti sul noleggio o sull’acquisto di ebike. É il caso di Ducati, che ha stretto una partnership con UniSalute, offrendo prezzi convenzionati agli assicurati che scelgono di acquistare una tra le bici a pedalata assistita del loro catalogo. Ci sono soluzioni per tutti i gusti: dalla bici da città fino alle mountain bike elettriche che mantengono il carattere sportivo tipico del marchio di Borgo Panigale. L’idea è intelligente, perché partire senza pensieri, magari anche dopo aver pensato alla sicurezza e alla protezione di tutta la famiglia, è il primo passo per una vacanza di vero relax.

Voi ci avete già pensato? Siete pronti per partire per le vostre
vacanze in bicicletta? Bene, siamo orgogliosi di voi e delle vostre ferie all’insegna della salute e del benessere. Come abbiamo spiegato in un altro articolo infatti, andare in bici fa bene e rientra tra le pratiche consigliate per uno stile di vita sano. Di questo e di tutte le abitudini che favoriscono la longevità parleremo al convegno “Diversamente giovani, come vivere fino a 120 anni”,  che si terrà sabato 9 settembre 2017 a Bologna,  nella Sala degli Atti di Palazzo Re Enzo, dalle 16.00 alle 18.00. Agli interventi di esperti di immunologia, alimentazione e sport, moderati da Tiberio Timperi, seguirà la testimonianza del campione di nuoto Massimiliano Rosolino e delle atlete della Nazionale Italiana di Pugilato Femminile. Vi aspettiamo!

L’articolo Vacanze in bicicletta con la famiglia: percorsi, accessori e mezzi più adatti sembra essere il primo su InSalute.

Mia Immagine